L’energia Maschile e Femminile dentro di Te
L’energia Maschile e Femminile dentro di Te

 

 

 

Hai osservato bene questo video?

Cosa ti fa pensare?

Puoi leggerlo sia in un’ottica intrapersonale, dentro di te con le tue parti, sia in un’ottica interpersonale e nello specifico può essere adatto in un rapporto di coppia.

Ho scelto la dimensione intima interiore considerando che non esiste separazione tra il dentro ed il fuori, vuol dire che in base a come agisci e a come senti le tue energie che si muovono, il tuo Principio Maschile ed il tuo Principio Femminile, avrai un rapporto esterno parallelo.

Spesso ho ricevuto in studio o su Skype persone che lamentavano e che si sentivano ferite nella mancata reciprocità in un rapporto di coppia. Quando ti dai troppo per l’altro e l’altro lo percepisce come fastidio o come senso di invadenza del proprio campo, e tu che ci rimani male e pensi di sbagliare tutto o di essere immeritevole o che il partner non ti merita e ti dici che ci sto  fare?, ecco c’è qualcosa di importante da rivedere dentro di te. Da rivedere quali sono i tuoi BISOGNI.

Uno degli argomenti che risalta in questo caso è il rispetto dei confini e il trovare un equilibrio che conduca al centro di uno spazio comune in cui CONDIVIDERE qualcosa che ci muove dentro. Così è con se stessi; quando un eccesso di razionalità, o di un atteggiamento rigido (maschile) rischia di soffocare il lato femminile creativo, morbido accogliente. I personaggi di questo piccolo video trovano piacere e gioia quando INSIEME giungono al centro del loro cuore dove lì il Dio delle Nozze Sacre unisce i due Principi in un’unica PRESENZA.

Se pensi che una parte di te non merita amore, facilmente potrai attrarre una persona che ti farà emergere il tuo senso di svalutazione che ti rimanderà il tuo non-amore. E così tu andrai verso di lei, farai i salti mortali per farti piacere o per ricavarti delle attenzioni ed apprezzamenti, ed invece prova rifiuto, prova disgusto, distanza, è troppo. Perché ti sei sbilanciato/a. Tu devi andare verso di te. Andare verso di Te vuol dire saper ASCOLTARE la tua Verità personale del tuo SENTIRE e muovendoti da lì si creerà un sano equilibrio dove si farà la cosa giusta perché nasce da un atteggiamento di AUTENTICITA’, nasce dal cuore il tuo sentire che ti conduce verso ciò che si amalgama con te e di conseguenza anche per l’altro, ossia sarà indirettamente un andare incontro anche all’altro perché avrai sviluppata una sensibilità che ti permetterà di cogliere anche il desiderio o lo stato d’animo dell’altro.

Quando uno dei due nel video si muove, sai che cosa succede?

Succede che in quel caso lui o lei, sono presi soltanto da un loro deisderio, da una loro idea che hanno formulato in merito a quello che potrebbe piacere all’altro ad esempio, e la portano avanti senza aver consultato veramente l’altro. Sai quando ti fissi in un’idea e pensi che sia assolutamente quella giusta e vedi solo quella, sia che sia per te o per l’altro!? Ecco, accade che poi arrivano le delusioni perché non hai saputo ascoltare altro. Non volevi ascoltare altro, non hai empatizzato con l’altro rimanendo fisso sulle tue idee.

Evita di fare le cose per dovere verso l’altro o verso di te, per compiacere, o perché si fa così, o perché lo dice la scienza e così via. Se nasce dalla testa senza che sia passata per il cuore non produce una situazione piacevole, ci sarà sempre una perdita, un sacrificio, un prezzo da pagare. Mentre quando si presta fedeltà a ciò che si SENTE in quel momento, ci si assume la responsabilità, anche se quello che sento è una paura qualcosa che blocca l’andare verso una situazione che io definisco piacevole. Ebbene le EMOZIONI vanno accolte ed ascoltate. Ma bisogna ESPRIMERLE dopo che ne ho preso consapevolezza e che legittimo la loro presenza.

Inizia a CREARE il tuo equilibrio interno. Ascolta i tuoi movimenti eccessivi che ti fanno perdere il contatto con te. Prendi di mira un VALORE un’IDEA-GUIDA che nutre il tuo SPIRITO e un CENTRO al quale ritornare e da lì ripartire. Quello di ascoltarti potrebbe essere un riferimento da considerare e mettere in pratica tutti i santi giorni. Sarebbe un allenamento vero e proprio quello dell’ascolto interiore, un lavoro imprescindibile per qualsiasi cosa tu intraprenda. In ogni situazione devi  saper accogliere le tue sensazioni, le tue emozioni il tuo sentire a tutto tondo e se ti dovessi sbilanciare va bene anche quello purché diventi INSEGNAMENTO senza traccia di giudizio su te stesso.

elisabetta paparoni

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *