L’EFT sulle 5 ferite dell’Anima.
L’EFT sulle 5 ferite dell’Anima.

Bentrovato, Bentrovata!

Ti sto parlando di una Tecnica fantastica (Emotional Freedom Techniques) che picchietta sui canali Meridiani della MTC, per sciogliere un disagio emotivo, fisico, un trauma, un ricordo e tanto altro. Proprio qui nel mio sito troverai la sezione EFT per conoscere anche l’origine della Tecnica.

Ma supponendo che tu la conosca già, ti voglio offrire in questo articolo le parole che potresti usare riguardo ogni ferita, per fare i tuoi giri di EFT. Soprattutto se sei alle prime armi. Partiamo dolcemente!

La cosa più difficile della Tecnica, come spesso i miei assistiti mi dicono, è trovare le parole adeguate per centrare l’emozione che si prova in merito ad un vissuto. Ora qui tratteremo i temi delle cinque ferite che riguardano:

  • IL RIFIUTO
  • L’ABBANDONO
  • L’UMILIAZIONE
  • IL TRADIMENTO
  • L’INGIUSTIZIA

Queste sono “Le cinque ferite dell’anima e come guarirle” descritte nel libro di Lise Bourbeau, la quale ha esposto in modo sintetico quello che già gli psichiatri e psicoterapeuti Alexander Lowen e John Pierrakos trattavano nella descrizione dei copioni caratteriali e delle corazze che la persona si costruisce come sistema di difesa all’ambiente esterno ed intrapsichico. Quello che io aggiungo è che rendersi conto di soffrire per queste ferite è sicuramente un passo importante ma non decisivo per il tuo Ri-Equilibrio.

Sapere dove duole non comporta una risoluzione del problema. Per LASCIARE ANDARE una ferita devi proprio “lavorarci”, e lavorarci molte volte vuol dire riaprire quella scatola dolorosa per rendersi conto fino in fondo che sono capace di trasformare il suo contenuto disturbante, e che non lo temo più. E con EFT tu puoi lasciare andare il disagio, perché andiamo a dare degli impulsi bio-elettrici al tuo Sistema Energetico dove in alcuni punti l’energia non scorre in modo fluido. Serve un intervento quindi sul corpo fisico ed energetico. Ricordiamoci che il nostro corpo è come se fosse un archivio che trattiene tutte le informazioni di questa esistenza, o memorie di vite passate o delle linee genealogiche maschile e femminile. E qualche ferita può avere anche origini molto lontane.

Il mio approccio come vedi è molto pratico e concreto. Sapere soltanto non basta. Parlarne soltanto non basta. La tua volontà è necessaria soltanto per decidere di voler, appunto, LIBERARTI DA QUELLO CHE TI OPPRIME, ma poi devi lasciarti avvicinare dalla tecnica giusta per sciogliere i tuoi nodi.

Ora ti preparo l’elenco delle frasi da dire mentre farai i giri di EFT sui punti meridiani.

Preparati dell’acqua a fianco a te, perché bevendo aiuterai le tue tossine energetiche a scorrere via. Trova un tempo in cui non verrai disturbato, e potrai ripetere i giri un numero di volte che vorrai. Da 5′ min al giorno, a 3 ore consecutive magari sulla stessa ferita. E ti invito a trattare una ferita alla volta, partendo da quella meno pesante, perché le misurerai tutte da 0 a 10 quanto sono intense per te in questo momento, oppure da quella più urgente per te. Lo scegli tu!

Bene! Sei Pronta?

Sei pronto?

Prima cosa ti scriverò qui le abbreviazioni dei punti da picchiettare.

Iniziamo da:

PK= Punto Karate dove prepareremo la frase iniziale da ripetere per tre volte.

ST= Sopra la Testa

IS= Inizio sopracciglio

LO= Lato occhio

SO= Sotto occhio

SN= sotto naso

ME= Mento

CL= Clavicola, appena sotto

SS= Sotto seno (direzione capezzoli)

SB= Sotto braccio

PO= Polsi dx e sx (batti semplicemente sui polsi con tutte e quattro le dita, davanti e dietro ad ogni polso)

PL= Pollice (lato unghia, al tuo interno)

IN= Indice

MD= Medio

AN= Anulare

MI= Mignolo

Picchietta anche sull’altro lato del viso, insomma con entrambe le mani, in modo simmetrico, su entrambe i lati del viso e del corpo. Così, terminato di picchiettare le dita di una mano vai sull’altra, ripetendo le stesse frasi dell’altra mano.

Considera che in questo articolo ti allegherò anche il video che ho fatto sul mio canale you.tube. Il contenuto del video potrebbe essere troppo forte, e comunque è più intenso poiché effettuo almeno tre giri con parole diverse per ogni ferita, andando a trasformare l’EMOZIONE da intensa e forte ad uno stato più pacifico, integrante. Ti riporto all’attenzione su di TE e raggiungere uno stato di maggiore quiete.

Comunque, se sei ripeto, alle prime esperienze, parti da quanto scritto e misurati con questo! Poi quando te la sentirai di fare il salto, passa al video e fai le sequenze del video che troverai in fondo a questo articolo!

PRONTI?

VAI…(Io Sono Con Te!)

LA FERITA DEL RIFIUTO

Frase di preparazione:

PK – Anche se, ho paura di essere rifiutato, ho paura di non piacere e di non essere accettato così come sono, nonostante questo, scelgo di perdonarmi (da ripetere per 3 volte). Mi raccomando focalizzati su quello che dici. E se ti viene da aggiungere altre parole, lasciale emergere e fluisci con esse.

ST  Mi sento rifiutato

IS Non piaccio abbastanza

LO Ho paura di essere rifiutato

SO Mi sento messo da  parte

SN Mi sento fortemente rifiutato

ME Tutti i rifiuti che ho ricevuto

CL Da tanto tempo che soffro di questa ferita

SS Io rifiuto me stesso

SB Sono il primo a rifiutare me stesso

PO (Tutti e due, davanti e dietro) Non mi apprezzo, Non mi piaccio abbastanza, Mi rifiuto, Rifiuto il mio corpo

PL Non mi piaccio

IN Rifiuto il mio passato

MD Rifiuto i miei errori

AN Rifiuto i miei punti deboli

MI Rifiuto il mio presente

E ricomincia dall’inizio, cercando di fare attenzione a non trattenere le tue emozioni. Picchietta finché non raggiungi un buon Equilibrio, qualora dentro di te fosse esplosa una bomba! Questo è valido per tutti i giri che farai su ogni ferita.

 

LA FERITA DELL’ABBANDONO

Frase di preparazione:

PK – Anche se mi sento abbandonato e solo, vivo continui abbandoni, le mie relazioni sono un fallimento e tutto ciò mi rende molto triste, nonostante questo, scelgo di amarmi così come sono (da ripetere per tre volte).

ST Mi sento abbandonato

IS mi sento lasciato solo

LO Ho paura di essere abbandonato

SO Ho paura di essere lasciato solo

SN Mi sento insicuro

ME Mi sento fragile

CL Mi sento piccolo

SS Ho paura di non farcela

SB Non valgo abbastanza

PO Gli altri non mi vogliono, Le persone a cui tengo non mi vogliono, Non mi merito l’attenzione degli altri, é che faccio molta fatica a prendermi cura di me

PL Sono io il primo ad abbandonare me stesso

IN Sono io il primo a credere di essere abbandonabile

MD Sono io che per primo abbandono il mio valore e la mia Essenza

AN Il mio cuore si sente vuoto perché non ci metto l’amore che ho per me

MI Mi sento vuoto di me stesso

 

LA FERITA DELL’UMILIAZIONE

Frase di preparazione:

PK: Anche subisco facilmente le  umiliazioni, mi sento inadeguato, trattato con poco rispetto, e di ciò mi vergogno, nonostante questo, mi apro alla possibilità di apprezzarmi (ripetere per tre volte).

ST Mi sento umiliato

IS La vita mi ha umiliato

LO I miei genitori mi hanno umiliato

SO A scuola mi sono sentito umiliato

SN Da troppo tempo che mi sento così

ME Non mi sento degno di ricevere apprezzamenti

CL Non mi sento meritevole di ricevere complimenti

SS Non mi sento degno di ricevere rispetto

SB Mi vergogno per come sono e appaio agli altri

PO Mi sento debole per affrontare le umiliazioni subite, Mi sento impotente, Gli altri hanno ragione, Anche io non accetto i miei limiti ed errori

PL Provo disgusto per me stesso

IN Spesso umilio me stesso

MD Penso di meritare insulti

AN Io sono il primo ad insultare me stesso

MI Non vado mai bene

 

LA FERITA DEL TRADIMENTO

Frase di preparazione:

PK: Anche se mi sono sentito tradito in molte situazioni, e ho ancora molta paura di subire un tradimento, mi accetto così come sono e mi do il permesso di fidarmi di me stesso (da ripetere tre volte).

ST Mi sento tradito

IS Ho subito dei tradimenti

LO La ferita è molto profonda

SO Non mi potrò fidare più di nessuno

SN Ci sono stato troppo male

ME Non me lo aspettavo

CL Non riuscirò a perdonare coloro che mi hanno tradito

SS Tutte quelle aspettative disilluse

SB Ho perso la fiducia nelle relazioni affettive

PO Forse sono stato superficiale, Non ho voluto cogliere dei segnali, Avevo bisogno di credere in una favola, Non ho considerato l’altro per quello che era

PL Ho tradito il mio sentire

IN Faccio fatica a fidarmi di quello che sento

MD Non mi sento sicuro di quello che sento

AN Ho perso il contatto con la mia Sovranità

MI Ho perso il contatto con la mia Anima che ha scelto ogni esperienza che ho vissuto

 

LA FERITA DELL’INGIUSTIZIA

Frase di preparazione:

PK: Anche se ho vissuto molte ingiustizie e ancora sento profonda rabbia dentro di me, nonostante questo, sono una persona molto ok (da ripetere per tre volte).

ST Ho subìto molte ingiustizie

IS Mi sono sentito trattato ingiustamente

LO Ho visto molte disparità

SO Ho trattenuto molte parole arrabbiate

SN Non mi fido delle scelte degli altri

ME Ho bisogno di controllare le mosse degli altri

CL Ho paura di essere trattato ingiustamente

SS Ho paura di prendere una fregatura

SB Sono diventato troppo esigente con me stesso

PO Mi sento troppo rigido con me stesso, Controllo in modo ossessivo, Faccio fatica a rilassarmi, Mi arrabbio facilmente

PL Non sono affatto indulgente

IN Faccio fatica a perdonare chi è stato ingiusto con me

MD Faccio fatica a comprendere fino in fondo

AN Il mio giudice interiore è molto forte

MI Io sono il primo a giudicare me stesso

Eccoci qui, ed ecco il video per TE!

https://www.youtube.com/watch?v=e8M5sIcHzNg

Come stai?

Lascia pure il tuo commento e fammi sapere com’è andata. Procedi a vai avanti a sperimentarti.

Grazie per il tuo ascolto, e condividi pure questo articolo se lo hai trovato utile!

A presto!

Elisabetta

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *